BitRetro

Associazione Culturale BitRetro

verso nuovi orizzonti.

Eccoci, il countdown è finito, il momento “zero” è arrivato! Dopo ben 4 anni di Associazione Culturale Vicoretrò, esperienza fondamentale per la nascita della nostra comunità associativa e fonte di molti spunti d’interesse spesso sconosciuti alla maggior parte di noi, siamo finalmente pronti con BitRetro!

Pronti al cambiamento, all’evoluzione del nostro nuovo DNA, alla scoperta di cosa ci aspetta ora che siamo cresciuti, ancora adolescenti ma non più bambini.

Grazie a nuovi iscritti (che apportano sempre e comunque nuova linfa vitale), a nuove conoscenze acquisite attraverso la grande comunità di appassionati e dei nostri stessi associati storici, abbiamo sentito la necessità di un cambiamento forte e deciso ma certamente fedele alle nostre origini: la nostra passione e la nostra missione sono e rimarranno la cultura retro informatica.

È così vicina ma anche così lontana perché l’informatica ci ha insegnato un nuovo tipo di velocità evolutiva, una velocità che trascende ogni altro campo di studi conosciuto e che quindi merita un’attenzione particolare proprio per la sua particolare storia.

Inoltre, come Associazione abbiamo scoperto che le nostre frontiere non erano limiti insuperabili. La prima frontiera, la localizzazione territoriale che negli ultimi anni è stata abbattuta grazie a mostre ed eventi e, nonostante una pandemia globale in corso, anche grazie a strumenti di connessione digitale; e la seconda frontiera, quella delle possibili iniziative: non solo collezionismo e mostra permanente, ma anche partecipazione ad eventi trasversali, presso le scuole o attività svolte dove non pensavamo potessimo arrivare con la nostra missione.

Ecco quindi un nuovo capitolo delle nostra storia: raggiungere quante più persone è possibile, collaborare con altre associazioni simili alla nostra, entrare in contatto con enti e personalità che condividono la nostra voglia di diffondere conoscenza e cultura. La nostra missione.

L’Associazione Culturale BitRetro non è risorta dalle ceneri come una Fenice ma è piuttosto uscita dal suo bozzolo come una farfalla. E la farfalla è viva, in movimento e di mille colori. Speriamo in futuro di aggiungere i colori di tutti voi.

Maurizio Pistelli